Mercedes-Benz Classe A: prezzo

Il prezzo della nuova Mercedes-Benz Classe A parte dai €25.060. È dunque leggermente più cara delle sue rivali, ma in teoria dovrebbe mantenere il suo valore per più tempo dato che è uscita giusto nel 2019. La Mercedes A 180 d è un’ottima opzione per chi passa molto tempo in autostrada, ed è disponibile a partire da €26.280. Chi vuole il benzina può invece optare per la A 200: quella più sportiva si può acquistare a partire da 31.080 euro e fa da 0 a 100 km/h in otto secondi.

Mercedes-Benz Classe A: caratteristiche

La Classe A è un’auto piuttosto maneggevole, e se nelle curve più veloci si sente un po’ di piegamento in più non la si percepisce mai come instabile anche nei cambi di direzione molto rapidi. La guida è resa ancora più agile anche grazie alla leggerezza del volante. I posti sono 5, anche se chi sta dietro non è comodissimo, in realtà una delle caratteristiche degli ultimi modelli piuttosto affusolati e particolari prodotti da Mercedes. La vettura è lunga 442 cm, larga 180 cm e lunga 144 cm. Il bagagliaio è ragionevolmente capiente (370 litri) per il settore C ma leggermente ostico all’accesso.

La linea elegante e sinuosa, ma dalle spalle ben modellate, della Classe A forniscono un colpo d’occhio di sicuro impatto, confermato all’interno dalle finiture curate. DIsponibile anche la versione berlina, dalla coda lievemente all’insù che garantisce comunque un’ottima aerodinamica.

Quanto alla sicurezza, di serie sono la frenata automatica di emergenza e il mantenimento automatico in corsia. Quest’ultimo si accorge quando l’auto si trova sulla linea che delimita la corsia e riporta il veicolo sulla retta via con una manovra che, come altri modelli Mercedes, risulta un po’ brusca. Fra i pacchetti opzionali dei sistemi di assistenza alla guida, si segnalano i sensori radar e la telecamera stereoscopica a benzina, con i quali la Classe A monitora i dintorni ed è in grado di mantenere la distanza di sicurezza dal veicolo antistante fino a una velocità di 210 km/h. Interessante anche il lavoro dei fari Multibeam Led, che adattano l’illuminazione alla visibilità e alle altre auto. Con la luce semiabbagliante impostata, ad esempio, l’IA è in grado di individuare ed escludere dal cono di luce gli automobilisti che vengono dalla direzione opposta al senso di marcia.

Mercedes-Benz Classe A: motori

Sono quattro i motori fra cui è possibile scegliere, due ciascuno per tipo di alimentazione. Il benzina meno potente ma comunque brioso è il 1.3 turbo, di derivazione Renault, che ha a sua volta tre livelli di potenza (dai 109 CV per la A 160 ai 163 CV della A 200). È Mercedes invece il motore 2.0 benzina, con una potenza che va dai 190 ai considerevoli 306 CV. Anche l’1.5 diesel è motore Renault, e spazia dai 95 ai 116 CV. Il motore 180 d è molto silenzioso.

Mercedes-Benz Classe A: abitacolo

Difficile stare scomodi dietro al volante della Classe A. I sedili davanti si possono regolare manualmente su diversi livelli e sono particolarmente avvolgenti, tipici della caratterizzazione estetica delle AMG. Tutte le versioni della Mercedes vengono forniti con due schermi da sette pollici, uno dietro il volante - la plancia di controllo - e uno al centro per l’infotainment. Entrambi sono disposti dietro a una grande, unico vetro.

Mercedes-Benz Classe A: storia

La prima generazione della Classe A (1998-2005) si rivelò ai tempi piuttosto innovativa, la seconda (2005-2012) riuscì a replicarne il successo, mentre la terza cambiò tutto senza però risultare la più raccomandabile delle hatchback. Questo ci porta al 2019, con l’arrivo dell’ultima versione che riporta la Classe A ai livelli di affidabilità di un tempo, forte della popolarità di cui ha comunque goduto il modello precedente.