Mazda CX-30

Prezzo a partire da € 24.750,00

condividi
Mazda CX-30
4 foto

Specifiche tecniche

Mazda CX-30

Marchio

Mazda Mazda

Categoria

Suv

Alimentazione

Benzina - Ibrida

Tutte le informazioni sulla Mazda CX-30, il B-SUV della casa automobilistica giapponese. Vediamo i dati tecnici, le dotazioni, la storia del modello e perché comprarla e perché no.

Mazda CX-30 è il crossover compatto del marchio giapponese che propone uno stile affilato e un livello qualitativo da vera best in class.
Il frontale si caratterizza per i fari anteriori full LED con tecnologia matrix che, oltre a essere esteticamente belli, offrono un’ottima luminosità anche nelle condizioni climatiche peggiori. Si nota l’ampia griglia con il logo Mazda che in realtà nasconde il radar per il funzionamento dei tanti ADAS presenti a bordo. La fiancata si presenta muscolosa con la linea di cintura che sale verso il retro e i finestrini piccoli. Dietro si notano subito i generosi fanali full LED a sviluppo orizzontale che si posizionano sotto al lunotto fortemente inclinato.
L’abitacolo di Mazda CX-30 si caratterizza per una grande attenzione al dettaglio con plastiche e pelle che sono morbide e ben rifinite. Il quadro strumenti, pur non essendo completamente digitale, presenta un ampio schermo a colori centrale. La plancia è dominata dallo schermo da 8,8” del sistema di infotainment centrale che propone un’interfaccia rapida pur non essendo gestibile tramite il touch ma con un rotore posizionato nel tunnel centrale.
In Italia Mazda CX-30 è offerta a listino con motori esclusivamente ibridi leggeri su base benzina e potenze comprese tra i 122 e i 186 CV.

DESCRIZIONE
ALLESTIMENTI

Dati tecnici

  • Peso da 1395 Kg
  • Lunghezza 440 cm
  • Larghezza 180 cm
  • Altezza 154 cm
  • Bagagliaio 422 litri

Dotazioni e ADAS

Mazda CX-30 è un crossover compatto che propone una dotazione molto ricca per quanto riguarda l’aspetto tecnologico. La vettura monta un sistema di infotainment centrale con schermo da 8,8” il quale, pur non essendo touch, può essere gestito tramite un semplice rotore disposto all’interno del tunnel centrale e circondato da pratiche scorciatoie. Il quadro strumenti non è completamente digitale ma si nota un ampio schermo a colori rotondo dal quale tenere traccia di tutte le funzioni del veicolo. Non manca il mirroring Apple Car Play e Android Auto che, seppur cablato, ci permette di portare in auto le app e gli assistenti vocali dello smartphone.
Sul fronte ADAS la dotazione presente su Mazda CX-30 propone la guida autonoma di II livello con il cruise control adattivo, il sensore traffico posteriore, il blind spot e la frenata automatica d’emergenza.

Mazda CX-30: la storia

La Mazda CX-30 è un crossover basato sulla quarta generazione della Mazda 3. Il modello ha debuttato al Salone di Ginevra 2019, per inserirsi tra la più piccola CX-3 e la top di gamma CX-5.
Mazda CX-30 sceglie una serie di materiali leggeri per la sua costruzione allo scopo di migliorarne le prestazioni riducendo quanto più possibile i consumi. Il modello viene infatti offerto sia a trazione anteriore che a trazione integrale.
Tra i riconoscimenti attribuiti in questi anni alla Mazda CX-30 anche il Red Dot Design Award 2020 nella categoria “Passenger Car”.
Attualmente la Mazda è prodotta in Giappone, Messico, Spagna e Thailandia.

Perché comprare Mazda CX-30

Mazda CX-30 è oggi offerta sul mercato italiano con motorizzazioni esclusivamente ibride leggere su base benzina. Una scelta che rispecchia l’impegno del costruttore sul terreno dell’elettrificazione e della sostenibilità e ci mette a disposizione una vettura dai contorni molto interessanti. Non una velocista ma una passista capace di accompagnarci al meglio anche sulle lunghe percorrenze. Il 2.0 benzina a quattro cilindri che equipaggia la versione 2WD a trazione anteriore è vivace e reattivo e, grazie al cambio automatico a 6 rapporti, ci accompagna al meglio anche sulle lunghe percorrenze in extraurbano.
Quanto al comfort di guida Mazda CX-30 si muove agile anche nel misto stretto con pianale e sospensioni che smorzano bene il rollio tipico della carrozzeria crossover.
Mazda conferma inoltre l’attenzione al dettaglio con materiali e assemblaggi di livello che alzano l’asticella facendo di questo modello un vero e proprio benchmark per l’intero segmento.

  • Motore: il 2.0 benzina a quattro cilindri scelto da Mazda come base per il suo sistema ibrido a 24V si rivela brillante e rotondo grazie all’abbinamento al cambio automatico a 6 rapporti con il convertitore di coppia
  • Comfort di guida: la vettura si rivela agile anche nel misto stretto grazie all’ottimo lavoro delle sospensioni che smorzano al meglio il rollio
  • Qualità: il livello dei materiali e degli assemblaggi è notevole

Perché non comprare Mazda CX-30

Nonostante l’ingombro esterno non troppo limitato, il bagagliaio di Mazda CX-30 non è particolarmente spazioso offrendo una capienza limitata a 430 litri. Purtroppo si scende a 422 litri nel caso in cui si scelga una versione a trazione integrale a causa dell’ingombro del sistema al livello del pianale.

  • Bagagliaio: capienza limitata in rapporto all’ingombro esterno parliamo infatti di 430 litri che scendo a 422 sulle versioni dotate di trazione integrale

Mazda CX-30: Allestimenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alla newsletter