Dati tecnici

  • Peso da 1365 Kg
  • Lunghezza 432 cm
  • Larghezza 180 cm
  • Altezza 143 cm
  • Bagagliaio da 380 litri

Dotazioni e ADAS

L’abitacolo di BMW Serie 1 ci accoglie con tante tecnologie che ci accompagnano al meglio in città e fuori.
Al centro del quadro strumenti trova posto il Live Cockpit Professional con grafica virtuale e schermo da 10,25” proprio come l’adiacente Control Display touch previsto per il sistema di infotainment centrale. Quest’ultimo sfrutta il nuovo sistema operativo BMW 7.0 che potenzia hardware e software per un’esperienza semplice e intuitiva. Tra gli accessori anche l’Head up Display a colori da 9,2 pollici che proietta le principali informazioni di sistema direttamente sul parabrezza dell’auto. Non manca il mirroring per gli smartphone Apple e Android per avere a portata di dito tutte le app del nostro quotidiano.
Sul fronte dei sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, BMW Serie 1 fornisce una ricca suite ADAS racchiusi nel pacchetto Driving Assistant Professional. Guida autonoma di tipo 2 significa, tra gli altri: frenata automatica d’emergenza, mantenimento attivo della corsia, sensore angolo cieco e assistenza al parcheggio intelligente.

BMW Serie 1: la storia

La prima generazione della BMW Serie 1 è stata prodotta dal 2004 al 2013. Il modello ha sostituito la Serie 3 Compact come entry level di accesso alla gamma BMW. Il modello è offerto anche nelle versioni coupé e cabriolet.
La prima BMW Serie 1 aveva, nel rispetto della tradizione della casa, la trazione posteriore, una configurazione rara nel segmento delle hatchback. Il design riprendeva da vicino alcuni spunti stilistici visti sulla Serie 3 di quegli anni reinterprentandoli con uno stile tutto nuovo.
Nel 2013 esordisce la seconda generazione della BMW Serie 1 che resta in commercio fino al 2019. Da questa serie in poi i modelli coupé e cabrio sono stati commercializzati separatamente utilizzando andando a popolare la gamma della Serie 2.
Nel 2015 la BMW Serie 1 si aggiorna con il restyling di metà carriera che rivede il design di fari e fanali privilengiando uno sviluppo orizzontale a valorizzare le proporzioni del corpo vettura. All’interno dell’abitacolo vengono rivisti tanto il tachimetro quanto lo schermo touch per il sistema di infotainment.
La terza generazione della BMW Serie 1 fa il suo debutto nel 2019 e rompe i ponti con il passato crescendo per dimensioni e contenuti. A differenza della precedente F20, la nuova F40 utilizza una configurazione a trazione anteriore e prevede, optional, la trazione integrale XDrive.

Perché comprare BMW Serie 1

Nonostante il passaggio alla trazione anteriore, BMW Serie 1 conserva l’impostazione confortevole della sua guida con le sospensioni e lo sterzo davvero ben tarati.
Tanta la tecnologia di bordo con il sistema di infotainment centrale reattivo e comodo da gestire perché orientato verso il conducente.

  • Comfort: elevata insonorizzazione dell’abitacolo rispetto ai rumori provenienti tanto dalla strada quanto dal vano motore
  • Tecnologia: davvero allo stato dell’arte con un’interfaccia semplice e intuitiva

Perché non comprare BMW Serie 1

Peccato per lo spazio per gli occupanti della seconda fila di sedili. La linea di cintura che sale verso il retro restringe i finestrini e a questo si aggiunge la conformazione del divanetto posteriore che non offre una buona abitabilità al terzo occupante.

  • Quinto posto: nel complesso “virtuale” perché il terzo occupante del divanetto posteriore viaggia abbastanza stretto