Dati tecnici

  • Peso da 1338 Kg
  • Lunghezza da 406 cm
  • Larghezza 175 cm
  • Altezza da 143 cm
  • Bagagliaio 265 litri

Dotazioni e ADAS

La Peugeot 208, nonostante gli ingombri contenuti, non rinuncia a una folta serie di sistemi di sicurezza e assistenza alla guida. L’abitacolo della 208 è un tripudio di tecnologie con il riuscito abbinamento tra il quadro strumenti digitale 3D con il generoso schermo da 10” del sistema di infotainment. Grazie al volante dalle dimensioni contenute possiamo visualizzare facilmente entrambi gli schermi.
Sul fronte degli ADAS la Peugeot 208 presenta una suite molto completa che ci permette di sfruttare senza alcun problema la vettura anche sulle lunghe percorrenze. La lista dei dispositivi include: cruise control adattivo con funzione stop & go, blind spot, frenata automatica d’emergenza, mantenimento attivo della corsia, riconoscimento dei segnali stradali, assistenza al parcheggio.

Peugeot 208: la storia

Sin dal 1983 Peugeot vanta una presenza ininterrotta nel segmento delle citycar. Dopo le varie 205, 206 e 207 nel 2012 esordisce al Salone dell’auto di Ginevra la nuova Peugeot 208. La prima generazione di 208 ha rappresentato un punto di svolta contribuendo a riposizionare, il modello e l’intero brand, dal campo dei generalisti verso il vertice del segmento. Raffinata e tecnologica Peugeot 208 prima serie veniva offerta nella variante a 3 e 5 porte avendo comunque rinunciato ad una versione station wagon.
Nel 2015 il gruppo PSA lancia un restyling di metà carriera che affina l’estetica con una nuova firma luminosa per fari e fanali.
Il Salone di Ginevra del 2019 è la vetrina scelta dal marchio per svelare al mondo la sua nuova 208. Dinamica e tecnologia punta sui motori termici, diesel e benzina, ma si lancia anche nel mercato delle elettriche con l’inedita e-208. Che il nuovo modello sia un punto di svolta per il marchio è confermato dall’addio definitivo ad una versione “cattiva” con lo storico marchio GTi.

Perché comprare Peugeot 208

La nuova Peugeot 208 ha raccolto subito un notevole successo presso il pubblico e la stampa di settore. Il modello ha anche vinto il premio Auto dell’anno 2020 distinguendosi per finiture e dotazioni. A guardarla bene, tanto l’esterno quanto l’interno dell’auto trasudano una certa attenzione al dettaglio dalla quale si coglie il chiaro intento di riposizionamento sul mercato del brand Peugeot. Bella l’impostazione dell’abitacolo che pone al centro lo schermo del sistema di infotainment e, grazie ad una sapiente disposizione su più livelli, permette di valorizzare l’abitabilità.
Da sottolineare in positivo la ricca gamma di motorizzazioni che propone soluzioni adatte a tutte le esigenze spaziando tra diesel, benzina ed elettrico.

  • Finiture: buona la qualità generale considerando il segmento di riferimento
  • Motori: gamma molto ampia che include anche una versione 100% elettrica

Perché non comprare Peugeot 208

La Peugeot 208 è offerta soltanto nella versione a 5 porte avendo detto addio alla 3 porte uscita di serie con la precedente generazione. La 208 non brilla quanto ad abitabilità posteriore e non tanto per il tetto che non è poi così scosceso, quanto piuttosto per l’apertura delle porte posteriori che rende scomodo l’accesso alla seconda fila di sedili.
La disposizione interna guarda molto alla pulizia e all’ergonomia ma va detto che la riduzione del numero di tasti fisici a bordo ha reso più macchinoso l’accesso a determinate funzioni.

  • Abitabilità posteriore: nonostante il tetto poco scosceso l’accesso alla seconda fila di sedili è reso poco agevole dalle portiere corte
  • Comandi: le esigenze di design hanno portato a ridurre e semplificare il numero dei tasti fisici presenti sul cruscotto e sul volante e questo ha reso molte funzioni difficili da raggiungere