Dati tecnici

  • Peso da 1.349 Kg
  • Lunghezza 432 cm
  • Larghezza 176 cm
  • Altezza 164 cm
  • Bagagliaio da 356 litri

Dotazioni e ADAS

A bordo di Ford Ecosport troviamo l’impostazione alla quale Ford ci ha abituato da diversi anni a questa parte. La plancia è infatti dominata dallo schermo da 8” per il sistema di infotainment centrale mentre il tachimetro, sebbene non completamente digitale, offre un display a colori da 4,2“ per richiamare alcune informazioni utili sullo stato del veicolo come ad esempio navigazione, velocità, media in riproduzione. Non manca il mirroring Apple Car Play e Android Auto con tanto di hotspot wifi per lo smartphone.
Tante le tecnologie di sicurezza e assistenza alla guida. Si parte dal lane assist passando, tra gli altri, per blind spot assist, riconoscimento dei segnali stradali e frenata automatica d’emergenza.

Ford Ecosport: la storia

Ford Ecosport rappresenta a pieno quella che è la filosofia alla base di tanti modelli del brand a partire dalla Mondeo. Si tratta infatti di una global car prodotta dal 2013 in Cina, India e Brasile e poi esportata in altri mercati tra i quali l’Europa.
L’agguerrita concorrenza del segmento con rivali del calibro di Renault Captur, Peugeot 2008 e Opel Mokka ha spinto Ford ad introdurre diverse novità con il restyling di metà carriera presentato nel 2015. Oltre a ridefinire il frontale dell’auto i designer si sono anche sbarazzati della ruota di scorta ancorata al portellone posteriore. Peccato però che abbiano lasciato il la cerniera laterale soluzione che rende disagevole il carico/scarico soprattutto in città. Sempre con il restyling in Ford hanno introdotto una nuova impostazione della plancia che ora è dominata dallo schermo da 8” del sistema di infotainment Sync3. Eliminati praticamente tutti i tasti fisici fatta eccezione per le scorciatoie dell’infotainment e dei controlli per il clima monozona.

Perché comprare Ford Ecosport

Ford Ecosport offre un buon connubio tra tecnologie di bordo e prezzo finale. Le dimensioni compatte permettono di fruire di tutti i vantaggi associati alla posizione di guida rialzata senza doversi troppo impegnare nella ricerca del posto auto in città.
Sono tre gli allestimenti previsti per Ford Ecosport ciascuno dei quali chiamato a rispondere alle esigenze di una porzione diversa di clientela. Con la Titanium abbiamo un’ottimo rapporto qualità/prezzo pur fruendo di una ricca dotazione, la Active invece è la versione che strizza l’occhio all’offroad pur non avendo la trazione AWD mentre la ST Line guarda maggiormente alla sportività con una serie di finiture estetiche dedicate.

  • Duttilità: Ecosport, grazie alle sue dimensioni compatte, ci accompagna al meglio sia in città che fuori.
  • Allestimenti: i tre livelli di allestimento previsti Titanium, Active e ST Line per cucire l’auto sulle esigenze individuali.

Perché non comprare Ford Ecosport

Il portellone posteriore resta quello del modello pre-restyling e quindi abbandona la ruota di scorta esterna ma continua ad essere ancorato lateralmente. Soluzione questa che rende poco pratica l’apertura soprattutto nei parcheggi in linea.
Dal 2015 Ford Ecosport è prodotta in Romania e questo ha permesso di avvicinare ancor di più il modello alle esigenze dei clienti europei. Peccato però i fruscii aerodinamici alle alte velocità che evidenziano una scarsa attenzione al tema insonorizzazione.

  • Portellone posteriore: nonostante l’addio alla ruota di scorta esterna resta la cerniera ancorata sul lato sinistro.
  • Fruscii: a velocità sostenute i fruscii aerodinamici filtrano all’interno dell’abitacolo.