Nissan GT-R: prezzo

Il prezzo della Nissan GT-R parte da € 101.900, che può arrivare fino ai 184.950 euro della versione Nismo. Senza spendere troppo, si possono avere comunque i sedili Recaro in pelle nera e cuciture a contrasto rosse e altre componenti da corsa con la Black Edition.

Nissan GT-R: caratteristiche

La Nissan GT-R è lunga 471 cm, larga 190 cm e alta 137 cm. Il frontale è parecchio aggressivo, con la mascherina enorme, due eleganti, quasi accennate linee centrali e altre due sui lati del cofano che le conferiscono un look muscoloso. Il posteriore corposo, da coupé atipica, palesa la sua vocazione da Gran Turismo: la formula dei posti è 2+2, ovvero è possibile ricavare una seconda fila di sedili, non particolarmente comodi per due adulti.

Il motore è un V6 montato longitudinalmente in posizione anteriore. Monoblocco e testate sono in alluminio, la cilindrata è di 3.799 cc. La trasmissione è integrale di tipi transaxle, mentre la collocazione del differenziale a slittamento limitato, il riduttore finale e il cambio a doppia frizione sul posteriore garantiscono una buona ripartizione del peso (53/47%). È la prima auto al mondo a combinare transaxle alla doppia frizione, che permette di distribuire la potenza da un 50 e 50 tra gli assi all’intera trazione posteriore.

Nissan GT-R: motori

Il cuore della Nissan GT-R è un motore 3.8 V6 a iniezione diretta, con due turbocompressori. Solo cinque persone al mondo assemblano i motori della GT-R, rigorosamente a mano, e ogni motore porta la targhetta con il nome di chi ci ha lavorato. Dopo il potenziamento del 2016, il motore eroga ben 570 CV a 6.800 giri al minuto e raggiunge un livello di coppia massima di 637 Nm da 3.200 a 5.800 giri al minuto. La velocità massima è di 315 km/h e l’auto è capace di fare da 0 a 100 km orari in appena 2.8 secondi.

Nissan GT-R: abitacolo

La posizione di guida è leggermente rialzata rispetto ad altre auto sportive, ma i sedili, con calorifero di serie, sono altamente regolabili. Rispetto alle rivali la dotazione elettronica risulta forse un po’ datata, ma comunque sufficiente. Sul volante, regolabile sia in altezza che in lunghezza, sono presenti un discreto numero di comandi. Il sistema di infotainment della GT-R si controlla attraverso uno schermo da 8.0 pollici a colori, non il più sofisticato al mondo, ma è molto utile per monitorare le condizioni di motore e trasmissione.

I sedili posteriori “occasionali” e un bagagliaio da 315 litri rendono la Nissan GT-R una delle supercar più pratiche del suo genere.

Nissan GT-R Nismo

La Nissan GT-R Nismo è ancora più corsaiola della già performante versione base. Rispetto a quest’ultima, la Nismo è più aerodinamica, grazie ad elementi esterni come lo spoiler in fibra di carbonio a secco fatto a mano, la fascia frontale composta da strati di lamine sovrapposte, le minigonne laterali e la fascia posteriore sempre in fibra di carbonio. Il motore ha una potenza di 600 cavalli, i cerchi da 20 pollici in alluminio leggero sono forgiati da Rays. I turbocompressori sono degli speciali Twin Nismo IHI ad alta capacità. Completano l’assetto corsa i sedili Recaro in pelle e alcantara rossa con i supporti laterali e il volante in alcantara.

Nissan GT-R: storia

La Nissan GT-R sostituisce la Skyline GT-R, è in produzione dal 2007 ma il suo sviluppo è iniziato molti anni prima. Il primo concept è stato presentato a Tokyo nel 2001, il secondo nel 2005 e, infine, due anni dopo il modello definitivo. Nel 2009 è stato presentato un primo aggiornamento della vettura, la SpecV, con 60 kg in meno rispetto alla standard a potenza invariata, e un secondo ancora due anni dopo. Quest’ultima è stata offerta in due versioni, la Black Edition e la Premium Edition. Un’altra operazione di affinamenti tecnici e restyling è stata effettuata nel 2013 e un’altra ancora, più incisiva, nel 2016.